Immagini & Facebook

Mi volevo solo lamentare del fatto che l’importazione delle foto su facebook fa leggermente pena.

Qui un’immagine uppata su facebook: https://fbcdn-sphotos-h-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/230709_10200324167496972_1051680856_n.jpg

Qui la stessa immagine uppata su imageshack.us: http://img832.imageshack.us/img832/1118/luigih.png

iShirt…la camicia della mela

Apparte gli scherzi, non sono fan della “mela” ma impallidisco pensando al genio delle persone che sono riuscite a far entrare nella nostra testa questo marchio.
Un esempio di questo miracolo è mia madre. Non sa nulla di informatica, smartphone, elettronica, notebook, bit, internet; non sa che cosa è un Samsung Galaxy …, un Nokia N…, e tanto meno un iPhone …, però, però sa che esiste!
Non lo conosce, non sa che forma ha, non sa cosa fa, non sa che colore ha, ma il suo nome se lo ricorda, l’ha sentito pronunciare qualche decina di volte nella sua vita, ma l’ha colpita. Nel mondo c’è qualcosa che si chiama….iPhone, iPhone, iPhone!

Quando Luigi giocava a calcio era uno spettacolo

Le mie doti calcistiche oggi pomeriggio si sono riattivate…alle 5.30 17.30 Parco di Vittorio, 2 tiri di riscaldamento e poi via con un 2 contro 2 serratissimo.
Il verdetto è stato chiaro, 5-0. Ovviamente non a mio favore! Però ho ampio margine di miglioramento considerando che sono oltre dieci anni che non tocco un pallone e anche quando lo toccavo da piccolo non era un mondo roseo!!

Giocherelloni americani

Volevo esprimere un piccolo pensiero.

L’america potrebbe fare anche a meno di esportare la sua democrazia, non so’ se vivremmo tutti un po’ meglio, di sicuro con meno guerre.

Ieri, in due paesini afghani della provincia di Kandahar sono stati trovati i cadaveri di una quindicina di persone (alcune fonti parlano di 16 altre 17) dilaniati dalle pallottole e bruciati. Non si tratta di temibili terroristi, non pericolosi killer, ma alcune donne, bimbi e qualche anziano, che non hanno avuto forse nemmeno il tempo di svegliarsi per capire cosa stesse succedendo. Uccisi senza nessun motivo nel cuore della notte.
L’autore un povero militare esaurito nervoso, secondo gli USA, che sarebbe scappato dalla base senza farsi vedere da nessuno. Altre fonti parlano invece di un gruppo di militari che sparavano all’impazzata sulle persone. Continua a leggere